Blog di Viaggio

Tramonto nelle steppe dell’Asia centrale

La steppa ha nella sua piatta monotonia uno dei suoi fascini. Bisogna aspettare la sera e salire in alto. Basta poco, perché all’orizzonte non ci sono colline, montagne, o qualunque posa possa ostacolare la vista. L’orizzonte, piatto e monotono, diventa teatro di tramonti di fuoco. Il sole si abbassa in fondo alla steppa, i suoi Racconto

La Venezia del Giappone: Otaru

Per i giapponesi è la loro Venezia. Ci vanno le coppie di innamorati per una gita romantica, per scattare le foto del matrimonio, per promettersi amore eterno. Otaru si trova a ovest di Sapporo, sulla costa dell’Hokkaido, l’isola a nord del Giappone. Si affaccia sulla baia di Ishikari, meta marittima per i giapponesi. Riflessi sul Racconto

Karakul: un paradiso desolato sull’altopiano del Pamir

Pamir Express, il mio diario di viaggio lungo la Strada del Pamir Karakul tagiko, Karakul cinese, Karakol kirghizo. Ci sono molti laghi simili in Asia Centrale, e prima di partire per il viaggio lungo la Strada del Pamir facevo fatica anch’io a capire dove e come fosse il Karakul in Tagikistan, sull’altopiano del Pamir. Kara Racconto

Giappone: i fiori dell’Hokkaido

“Hana wa sakura gi hito wa bushi”. Tra i fiori il ciliegio, tra gli uomini il guerriero. Uno dei detti più conosciuti del Giappone. Che in Giappone tra gli uomini oggi si continui a cercare il guerriero non se sono così sicuro, ma per quanto riguarda i fiori, sì, non ne ho dubbi. In primavera Racconto

Bianco-nero-bianco: inverno in Lapponia

Esco dalla tenda. Ho dormito con la macchina fotografica nel sacco a pelo. È già giorno, e la luce è bianca e lattiginosa nelle ultime tappe della mia traversata nella Lapponia finlandese.  Infilo gli stivali polari, scendo nel bosco affondando nella neve fresca fino alle ginocchia. Davanti a me c’è il fiume ghiacciato, che finisce Racconto

Crescendo rosso – val Ferret

Ho viaggiato per il mondo. Ho cercato spesso le montagne, indugiando tra i vulcani sulla cordigliera delle Ande, camminando alle pendici dell’Himalaya, attraversando le valli del Karakorum e dei Monti del Pamir.  Questo scatto però non ritrae nessuno di questi luoghi. Questa volta mi sono fermato a due ora da casa. Potresti anche esserci stato Racconto

Rifugio Quintino Sella

Il rifugio Quintino Sella è uno dei rifugi più spettacolari che abbia visitato. Posizionato a 3585 metri di quota sul massiccio del Monte Rosa, giace in mezzo al ghiacciaio, con un invidiabile panorama e ambiente d’alta montagna. E’ il punto d’appoggio per le scalate al Castore e al Lyskamm. Si parte da Gressoney-La-Trinité, e si Racconto

Hokkaido: passeggiata al lago Shikotsuko

Il mio autobus per il lago Shikotsu-ko parte da Sapporo. La stazione non pare molto giapponese, e non è facile capire su quale bus devo salire senza parlare la lingua. Mi aiuta Yae, una ragazza giapponese che mi spalanca davanti un sorriso luminoso. Indossa una camicia a righe e un cappellino verde. Sta andando anche Racconto

Tagikistan: pecore sulla Strada del Pamir

“Pamir Highway”. Un’autostrada? Non proprio. Così dicono le mappe, con un certo azzardo. La Pamir Highway a volte non sembra nemmeno una strada. Parte a Dushanbe, capitale del Tagikistan, e termina a Osh, in Kirghizistan, oltre i monti del Pamir.

Gita da Macugnaga: rifugio Zamboni e lago delle locce

Cercate una gita facile in un ambiente di montagna favoloso, a meno di due ore da Milano? La risposta è il rifugio Zamboni, in Val d’Ossola, sopra Macugnaga. La vallata del rifugio Zamboni si trova sotto alle pareti del Monte Rosa, un’atmosfera d’alta quota alla portata di tutti. Sentiero dopo il belvedere Da Macugnaga, si Racconto

Tagikistan: a casa del cacciatore

Tagikistan: altopiano del Pamir, lungo la strada M41 Un uomo dal viso scuro ci ha seguito fino in cima alla collinetta, mentre noi stiamo fotografando il tramonto su Murghab con lo sfondo dei monti del Pamir. Mi dice qualcosa che non riesco a decifrare. Io lo guardo rispondendo in un inglese che so essere inutile. Racconto

Gita all’Alpe Devero: lago Devero e lago di Pianboglio

Una gita facile, poco dislivello, poca fatica. Sembra non portare a nulla di interessante. Invece, all’Alpe Devero basta poco per trovarsi immersi in vallate paradisiache. In inverno meta per sci, sci-alpinismo e ciaspole, in estate meta di fantastiche gite a piedi. L’Alpe Devero in sé è già bella senza nemmeno camminare: l’alpeggio è ampio e Racconto
Torna Su