Karakul: un paradiso desolato sull’altopiano del Pamir

Pamir Express, il mio diario di viaggio lungo la Strada del Pamir

Karakul, altopiano del Pamir

Karakul tagiko, Karakul cinese, Karakol kirghizo. Ci sono molti laghi simili in Asia Centrale, e prima di partire per il viaggio lungo la Strada del Pamir facevo fatica anch’io a capire dove e come fosse il Karakul in Tagikistan, sull’altopiano del Pamir. Kara significa nero, e kul lago.

Il Karakul in Cina poi è a pochi chilometri, giusto oltre il confine, più famoso perché sul fianco della Karakorum Hihgway, ben più nota e facilmente percorribile della Pamir Highway.

Tagikistan karakul

Il villaggio Karakul, sulle rive del lago

Il più affascinante però è proprio quello tagiko, abbandonato sull’altopiano a oltre 4000 metri di quota, circondato a 360° da montagne, e con l’omonimo villaggio, tutto bianco e dall’aspetto decrepito, sulle sue rive. Il lago in sé è tanto paradisiaco quando desolato, e la sua bellezza è proprio quella. Non ci sono moli turistici, non ci sono barche, né localici dove mangiare qualcosa sulle sue rive. Ma è realtà c’è molto meno. A Karakul c’è una pensione dove dormire, ma non c’è corrente elettrica, non c’è acqua corrente, non ci sono locande, e non c’è quasi cibo. L’unica attività sono due mini negozi che vendono di pochissimo un poco.

negozio karakul tagikistan

Caramelle, qualcosa da mangiare, stivali e poco più

Ci sono arrivato da Murghab, e lì mi sono fermato un giorno in attesa di proseguire verso il Kirghizistan. Cosa fare un giorno a Karakul?

Tagikistan karakul

Passeggiare per le strade sterrate in mezzo alle case bianche, sedersi con i vecchi locali su una panchina, andare al lago e godersi la vista e il silenzio, passeggiare sulla strada del Pamir dove, in questa zona, potreste anche non vedere un’auto in tutta la giornata.

pamir highway tagikistan

La Pamir Highway a Karakul

pamir highway tagikistan abitanti

Abitanti di Karakul

karakul strada

Per le strade di Karakul

karakul tagikistan pane

Forno per il pane

karakul tagikistan sterco

Sterco ad essiccare sul tetto, per cuocere il pane e per scaldare le case

karakul pamir highway guesthouse

La guesthouse di Karakul

Ci sono rimasto un giorno, mi sembrava anche tanto, ma come me ne sono andato mi ha preso subito un attacco di nostalgia. Non mi ricapiterà facilmente di tornarci. Mi sono fermato ad ammirarlo un’ultima volta, ho scattato un’ultima foto dalla strada deserta, il lago blu e le vette del Pamir sullo sfondo, prima che scomparisse dietro le montagne. Sono sicuro che prima o poi diventerà una delle località più turistiche del Tagikistan, ci saranno locande e servizi, cibo e corrente, alberghetti e ristoranti. Forse vorrò anche tornarci, passarci qualche giorno senza dissenteria. Ma per ora mi piace ricordarlo così, abbandonato a sé stesso, lassù sull’altopiano del Pamir.

Karakul specchio

lago karakul pamir highway

Il lago Karakul e le vette del Pamir

–> Foto e racconto del viaggio in Tagikistan e Kirghizistan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.