Giordania: escursione nella riserva di Dana

Viaggio in Giordania racconto canyon dana blog

Dana è un angolo nascosto della Giordania. Nascosto fino ad alcuni anni fa, quando c’erano solo due piccole pensioni, nove abitanti e qualche turista di passaggio. Oggi a Dana, nonostante la strada che si avvita in tornanti che precipitano verso il canyon, arrivano pulmini e anche grandi autobus turistici, al limite delle loro possibilità. Gli hotel si sono moltiplicati e il villaggio abbandonato diventa un luna park per viaggiatori.

 canyon dana tramonto blog

Giordania: tramonto a Dana

La regola è semplice: fare qualcosa dove bisogna fare fatica. La maggior parte dei turisti arriva in scarpe da città, ha poco tempo, vuole scattare qualche foto e continuare verso Petra. Intorno a Dana ci sono dei mini-trekking di qualche ora, per chi vuole fare qualche passo a piedi, e sono già pochi.

dana villaggio giordania

Il villaggio di Dana, da dove parte l’escursione

escursione dana giordania

Il sentiero che si snoda dentro al canyon, in basso

La mulattiera che parte dalla strada principale si addentra nel canyon, scende sempre di più, dalle montagne fino a sotto il livello nel mare, nelle profondità della valle del Mar Morto. Servono scarpe da trekking e gambe allenate, perché sono 16 chilometri di cammino tra sassi, ghiaia e sabbia. Poi, per tornare su, sono altri 16 chilometri o una jeep che torna su girando intorno a tutta la riserva.

trekking dana giordania escursione

trekking dana giordania alberi

dana wadi giordania escursione trekking

Lungo l’escursione a Dana

sentiero dana giordania trek

sentiero dana giordania trek cammelli

Cammelli lungo il trek

È senza dubbio l’escursione più completa e bella a Dana. La prima parte è ripida, e scende lungo la mulattiera dissestata, tra pochissimi alberi e molte piante grasse, dove si possono incontrare alcuni cammelli dei beduini che pascolano per la vallata.

trek dana giordania

Parte bassa del trek

Poi la pendenza cala, e il sentiero si snoda nel canyon tra le rocce, seguendo il corso del fiume secco (che può diventare una trappola di fango in caso di piogge violente, in inverno). La traccia si perde un po’, tra sentieri che rimangono più alti e tracce che seguono il letto sabbioso del fiume. Ad ogni modo, basta seguire il “wadi”, cioè la vallata, e non si può sbagliare strada.

trek dana giordania capre

Il segno che ci si sta avvicinando all’eco lodge, punto di arrivo, sono le prime tende di beduini e le loro capre. Prima di tutto saranno però i bambini ad avvistarvi, e venirvi incontro a curiosare. Poco più sotto, l’eco lodge, costoso, ricercato e vegetariano, dove si può passare la notte in attesa di risalire o continuare il viaggio in Giordania.

dana giordania capra

giordania dana trekking

Ormai alla valle del Mar Morto, oltre la fine dell’escursione, sulla via del ritorno

ORGANIZZAZIONE DEL TREKKING A DANA

Alla Dana guesthouse è necessaria una registrazione (e tassa di 8 dinari)

È possibile chiedere una guida o fare l’escursione in autonomia. Dalla guesthouse possono anche prenotare la jeep che vi riporterà indietro.

In inverno (quando sono stato io) può fare freddo a Dana, poi la temperatura sale sempre più via via che si scende verso la valle del Mar Morto. In estate, il caldo nel canyon al sole dicono essere torrido.

Di buon passo, si può completare il trekking da Dana al lodge in circa 4 / 4.5 ore (le guide parlano di       circa 6 ore, in via conservativa.

–> Foto e racconto del viaggio in Giordania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.